+39 0375 97664 info@galogliopo.it
GAL Oglio Po » Destinazioni rurali » Servizi di riferimento e azione pilota

Progetto

Fase 2

Servizi di riferimento e azione pilota

Sulla base degli strumenti emersi dalla prima fase, ogni area rurale sviluppa l’organizzazione delle dinamiche turistiche rurali secondo le proprie caratteristiche territoriali.

 

GAL OGLIO PO

Gestione della Destinazione Turistica

Conferimento dell’incarico a un Destination Manager

Alex Kornfeind

La gestione turistica della Destinazione Oglio Po è stata avviata grazie all’azione di un Destination Manager. Alex Kornfeind è il referente di questa attività, ed è contattabile all’indirizzo mail destinazione@galogliopo.t

Il Destination Manager si sta occupando di:

  • Organizzare e pianificare le risorse turistiche territoriali in funzione dell’accoglienza del target specifico individuato (es. se si individua il target del “visitatore di prossimità milanese” viene previsto un prodotto turistico ad hoc che risponda alle esigenze di tale utenza. Vengono quindi identificate le risorse turistiche più interessanti, identificati i servizi più opportuni (es. esigenza di guida turistica, luoghi ristorativi, luoghi di accoglienza, altri servizi complementari) e coinvolti i gestori delle risorse e gli operatori dei servizi per organizzare l’offerta.
  • Predisporre il prodotto turistico specifico (comprensivo di soluzioni per trasporti, alloggio, opzioni di visita libera, opzioni di visita guidata sul territorio, escursioni, soluzioni di ristoro…)
  • Verificare l’interesse per il mercato di riferimento: incontro di confronto con un rappresentante commerciale di un operatore (es. booking, trivago…).
  • Predisporre protocolli di intesa e convenzioni tra i referenti delle soluzioni sopra definite

Alla Destinazione serve un Logo

L’Oglio Po dispone di un Sistema di Promozione, realizzato nella programmazione LEADER 2007-2013 con il logo territoriale OP- Viaggiare nell’Oglio Po. Con un concorso di idee, questo logo è stato rinnovato, in collaborazione con le confinanti Terre del Po.

Il logo sviluppato è OGLIOPO ed è visibile su tutto il materiale realizzato per il progetto. 

Calendario delle Visite Guidate Gratuite

Il Destination Manager ha supportato il territorio per valorizzare e distinguere l’Oglio Po sul mercato turistico. Sulla base della fase iniziale, che ha fornito gli strumenti e le informazioni sul target e sul confronto di competitività dell’area rispetto al mercato turistico, il Destination Manager ha promosso l’applicazione dei concetti di turismo esperienziale, lettura del territorio secondo i temi di bioritmo, gente di fiume e tempo del gusto.

In questo modo, il territorio viene supportato nell’organizzarsi in rete e allo stesso tempo si avvia la fidelizzazione dell’utenza alla fruizione dell’area.

Il calendario delle visite guidate gratuite promosse dal progetto è disponibile su eventi.ogliopo.it

 

 

GAL TERRE DEL PO

A ciascun target il suo itinerario

Elaborazione di percorsi di turismo esperienziale “di nicchia”, per es. alla riscoperta della religiosità locale, usi e costumi, credenze, manufatti e reticolo idrico/gestione delle acque, ecc., percorsi di turismo scolastico in collaborazione con le altre aree rurali partner, percorsi che valorizzino la rete dei musei diffusi presenti nelle aree dell’Oltrepò Mantovano e dell’Oglio Po, anche promuovendo le reti ciclabili che attraversano i territori.

L’attività deve valorizzare le filiere economiche che uniscano beni storico culturali, al turismo rurale e alle fonti energetiche alternative mediante ideazione di servizi innovativi connessi con la creatività indotta dal settore della cultura.

 

Conosciamo i visitatori

Attività di catalogazione delle presenze e degli arrivi sul territorio (senza escludere settori correlati al turismo rurale come i mercati contadini e rionali), unito al monitoraggio delle nuove start up innovative operanti sul turismo (con particolare riferimento alla promozione territoriale mediante tecnologie innovative, software, App, nuovi media).

I dati emersi dal laboratorio di competenze sull’analisi e la catalogazione dei dati turistici vengono inseriti in un’attività di matching con il monitoraggio delle start up innovative operanti sul turismo. In modo particolare, è data attenzione alle start up che operano nella promozione territoriale mediante tecnologie innovative. Ciò per consentire la creazione di un data base.

 

Riattivazione del sistema di relazione con i poli limitrofi della conoscenza e della ricerca

Riattivazione delle relazioni con istituzioni come Università e scuole ad indirizzo turistico, anche al fine di qualificare “accompagnatori” sul territorio in grado di raccontare le tradizioni rurali del territorio in chiave smart storytelling. Riconoscimento dell’area “Terre del Po” nel Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali.

Per procedere al riconoscimento dell’area “terre del Po” nel Registro Nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico verranno sviluppati elementi conoscitivi sul territorio. Sulla base di questi elementi, si realizzeranno 4 interventi mirati ad accrescere la conoscenza delle persone che sono a diretto contatto di visitatori e turisti sul territorio sia in merito alle risorse locali che sulle modalità più accattivanti per raccontarle. Gli interventi di innalzamento della conoscenza sono raccordati con le scuole ad indirizzo turistico.

 

Innalzamento delle competenze

Realizzazione di eventi informativi sull’artigianato di eccellenza, le antiche varietà autoctone per inserirli nel progetto esecutivo di filiera economica.

 

Ricognizione sulla fattibilità di un albergo diffuso

relazione riassuntiva quale esito della ricognizione e della formulazione di un progetto di accoglienza extra-alberghiera. Nello specifico, vengono realizzati un’indagine e uno studio per conoscere la diffusione sul territorio del GAL Terre del Po di strutture sfitte/inutilizzate ma abitabili, da inserire in un circuito di scambi culturali riferiti al progetto (es. anche in relazione alla presenza di universitari connessi all’offerta di turismo scolastico prevista dal progetto, ma non solo) ma anche in funzione della prospettiva di apertura transnazionale del progetto ad aree rurali simili.

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale:
l’ Europa investe nelle zone rurali

GAL Oglio Po

Sito web realizzato con il cofinanziamento del FEASR
Responsabile dell’informazione: GAL Oglio Po Soc. Cons. a r.l.
Autorità di Gestione del Programma: Regione Lombardia